Piazza di Ponte Sant'Angelo, 28 | 00186 Roma, Italia | Tel: 0039 06 68 400 20 | coordinator@talithakum.info

FACEBOOK | YOUTUBE | TWITTER

NOTIZIE

INDIETRO

16 Dicembre 2015

Giornata Mondiale di Preghiera e Riflessione Contro la tratta 8 Febbraio 2016

Oggi si è riunita per l’ultimo incontro il gruppo per la preparazione della Giornata Mondiale di Preghiera e Riflessione contro la tratta 2016. Oltre a Talitha Kum, che rappresenta l’Unoine Internazionale delle Superiore e dei Superiori Generali, promotori della giornata, hanno partecipato della preparazione della preghiera le organizzazioni patner: Il Pontificio Consiglio di Giustizia e Pace, il Pontificio Consiglio dei Migranti, la Pontificia Accademia delle Scienze, COATNET (Caritas Internationalis) e l’Unione Internazionale delle Organizzazioni Femminili Cattoliche.

La preghiera di è un invito ad aprire e passare attraverso la porta della Misericordia per:

  • proclamare ai prigionieri la liberazione e rimettere in libertà gli oppressi (Lc. 4,18)
  • rompere le catene dell’ingiustizia e della disuguaglianza
  • costruire relazioni umane fondate sul rispetto e la dignità di ogni creatura
  • rendere più forte ed efficace la nostra testimonianza contro ogni forma di sfruttamento
  • far entrare la forza trasformatrice della misericordia di Dio nel nostro agire quotidiano
  • contrastare con gesti semplici di pace ogni forma di violenza
  • osare il perdono e la riconciliazione.

La proposta di preghiera e il sito web aggiornato saranno disponibili alla fine del mese di dicembre

LA RETE
NEL MONDO

Talitha Kum è presente in 77 paesi, nei 5 continenti: 13 in Africa, 13 in Asia, 17 in America, 31 in Europa, 2 in Oceania. Le reti di Talitha Kum: 43 Reti Nazionali: 8 in Africa, 10 in Asia, 16 in America, 7 in Europa e 2 in Oceania. 7 coordinamenti regionali: 2 in America Latina, 3 in Asia, 1 in Europa e 1 in Africa

ISCRIVITI ALLA
NOSTRA NEWSLETTER

PRIVACY

Lingua in cui vuoi ricevere in newsletter

“Quando i ragni uniscono le loro reti,
possono abbattere un leone”

(Proverbio etiope)